Vicenza, città d’ORO – La storia dell’artigianato orafo

Vicenza, città del Palladio.

Ma Vicenza anche capitale dell’oreficeria, perché è proprio qui che tuttora si svolgono le maggiori fiere del settore, che richiamano orafi, gioiellieri e amanti del lusso da tutto il mondo.

E, soprattutto, perché la produzione orafa della città e di tutto il suo territorio vanta origini artigianali antichissime.

Una tradizione, quella dell’artigianato orafo vicentino, che ha fatto scuola e che ha la sua prima testimonianza ufficiale addirittura nel lontano XIV secolo: risale infatti al 1300 il primo atto pubblico che documenta l’esistenza di una fiorente attività orafa in città. Si tratta dell’atto di costituzione della cosiddetta Fraglia degli Orafi di Vicenza, ovvero di una corporazione che raccoglie già in epoca medievale ben 150 artigiani, maestri dell’oreficeria.

Successivamente, nel Rinascimento, l’arte orafa raggiunge qualità e pregio sempre più elevati grazie ad un illustre incisore vicentino, Valerio Belli, artista della cerchia di Michelangelo e di Raffaello, che dimostra con il bulino un altissimo livello di abilità nella lavorazione delle pietre dure e dei metalli.

I prodotti dell’arte dei maestri orafi di Vicenza si esprimono nella gioielleria di alta qualità rivolta prevalentemente all’aristocrazia. Ma anche i manufatti per la Chiesa sono dei veri e propri capolavori di cesello e perizia: il reliquiario della Santa Spina, un calice in oro e pietre rare donato dalla Fraglia alla Chiesa di Santa Corona per custodire le preziose reliquie della corona di spine di Cristo; il diadema e il pettorale della Madonna di Monte Berico, in oro zecchino, che contano oltre 1000 pietre tra brillanti, rubini e diamanti .

Sarà ai tempi di Napoleone, tra il 1700 e il 1800, che l’arte orafa vicentina spicca il volo, con la trasformazione del settore che passa da artigianale ad industriale: accanto ad antichi laboratori e piccole botteghe iniziano quindi a nascere numerose aziende che hanno saputo gradatamente proiettarsi nel mondo e innovare in senso creativo la loro produzione fino a diventare oggi capaci di soddisfare le tendenze di moda più attuali e più richieste sui mercati internazionali.

Vicenza richiama gli orafi di tutto il mondo che accorrono alla fiera dell’oro, la più prestigiosa per l’artigianato e l’industria orafa.

In occasione delle fiere dell’oro è possibile abbinare una visita guidata a Vicenza, o un itinerario enogastronomico che possa essere la degna conclusione di un’impegnativa giornata d’affari.

Tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>