Villa Emo e villa Barbaro: le delizie palladiane

Visita guidata tra le ville Palladiane più interessanti e ricche di storia e arte, nella suggestiva cornice delle colline trevigiane.

Villa Emo e Villa Barbaro a Maser, alle porte di Asolo, sono alcune tra le più splendide ville palladiane e interrompono con la loro grazia le linee rette della centuriazione della campagna, effettuata in epoca romana. Andrea Palladio ha punteggiato di armoniose architetture tutto il territorio veneto, facendone una meta culturale e artistica tutta da scoprire.

Ecco un itinerario che vi propongo per visitare alcune tra le più belle Ville Venete:
    • visita alla villa Emo a Fanzolo, alle porte di Castelfranco Veneto
    • trasferimento ad Asolo, uno dei borghi più belli d’Italia. Visita alla cittadina, corte di Caterina Cornaro regina di Cipro, e dimora della divina Eleonora Duse. Pranzo ad Asolo o nei dintorni
    • nel pomeriggio visita alla villa Barbaro a pochi minuti di distanza da Asolo
Durata dell’itinerario tra le ville palladianeuna giornata

 

Cosa vi porto a vedere?

LA VILLA EMO a Fanzolo

La Villa è un capolavoro di architettura palladiana: gli elementi dell’arte classica, quali il pronao e l’imponente timpano della facciata, si fondono con le necessità rurali testimoniate dalle “barchesse” ovvero dai lunghi bracci laterali che servivano a custodire gli attrezzi di lavoro della campagna.

Mr. Ripley

La Villa Emo, tra le ville palladiane, è una sintesi di più aspetti: il classicismo e l’architettura tipicamente veneta, l’arte e la natura, la fede religiosa e i riti ancestrali di origine pagana, la vita e la morte nel loro rincorrersi incessante.

Le immagini che decorano la villa, realizzate dallo Zelotti, il migliore tra gli allievi di Paolo Veronese, sono ricche di messaggi morali e religiosi. Leonardo Emo, il committente, sottolinea che era necessario un risanamento dello stile di vita aristocratico, proveniente dall’impegno di una vita agreste e dalla pietà del cielo che si riversa soltanto su chi ha buona volontà. Sono questi i temi dell’iconografia di villa Emo.

La simbologia che si cela dietro ai dipinti della villa palladiana sottende un’ansia tipica della civiltà contadina circa la sorte del raccolto. È proprio collegata a questo atteggiamento l’antica magia professata dai “benandanti”, diffusa tra le popolazioni rurali del nord Italia. Per scongiurare raccolti scarsi, catastrofi o avversità di qualsiasi genere si mettevano in atto tutta una serie di rituali che dovevano esorcizzare il raccolto e le attività contadine.

Orari di visita:
Tutti i giorni: ore 10:00 - 18:00 

  LA VILLA BARBARO a Maser

Un’eccezione tra le ville palladiane: un’unica villa per due fratelli. Due ambienti distinti ma abilmente fusi in un’unica soluzione architettonica. Il miglior architetto e il miglior pittore nel Veneto del 1500 che lavorano in maniera armoniosa per creare il più unico tra i capolavori del Rinascimento: la villa di Maser.

La villa fu ideata per Daniele e Marcantonio Barbaro, umanisti illuminati, abili politici, letterati, mecenati e sostenitori dell’arte di Palladio. Una meravigliosa villa palladiana, semplice e funzionale, dove l’architetto può mettere in atto tutti i suoi ingegnosi studi sull’idraulica, attingendo dalla lezione degli antichi, e comporre una struttura equilibrata, innovativa e funzionale.

Ma ad un certo punto i lavori vengono interrotti. Forse uno screzio con i proprietari, forse una divergenza di opinioni. Ed è a questo punto che entra in gioco Paolo Veronese a concludere la costruzione della villa dei fratelli Barbaro, e a decorarla con il più meraviglioso dei suoi cicli pittorici. Una serie di stanze, cariche di figure allegoriche, simboli, divinità, muse, rimandi all’amore e alla fecondità della famiglia e della campagna.

Una decorazione pittorica prorompente quanto sublime ci incanta e ci conduce tra le stanze della villa palladiana più misteriosa e più completa.

Orari di visita:
da martedì a domenica: ore 10:00 - 18:00

Galleria fotografica