Visita all’isola della Giudecca

L’archeologia industriale a Venezia

Molto spesso si lega la conoscenza della storia di Venezia a quella della Serenissima, che finì nel 1797 dopo 1100 anni di indipendenza.

💡 Ma cos'è successo a Venezia dopo la fine della Repubblica?

Nel 1800 Venezia dopo essere stata dominata dall’impero Austroungarico, si riunifica al neo-nato Regno d’Italia nel 1866. A tutti gli effetti proprio in questo periodo “l’isola” di Venezia diventa una delle città più industrializzate d’Italia: officine marittime, manifatture di tabacchi, fornaci, fabbriche di cera, di fiammiferi, di sapone, di pece, catrame, pelli e cuoio, fonderie, officine meccaniche, mulini industriali, pastifici, birrifici…addirittura un silurificio.

Non l’avreste mai detto, vero?

Esistono ancora numerose tracce del passato industriale di Venezia e l’itinerario da piazzale Roma all’isola della Giudecca è un’occasione unica per visitare Venezia nel suo lato più operoso e produttivo.

Attraverseremo le calli attorno all’enorme stabilimento della Manifatture Tabacchi, le aree dismesse delle Officine del Gas, il grande complesso del Cotonificio Veneziano. Questi oggi sono tutti edifici riconvertiti o, purtroppo, abbandonati.

Con il vaporetto approderemo sull’isola della Giudecca dove visiteremo l’imponente Mulino Stucky: uno stabilimento costruito in stile neogotico tedesco, dove si producevano farine e pasta, oggi trasformato in uno splendido hotel di lusso che ha saputo però conservare al meglio la struttura originaria e i dettagli dell’edificio.

Pensate che in alcune camere gli ospiti trovano sul soffitto sopra il letto le antiche tramogge!

Hilton hotel Venice

Vedremo poi la fabbrica di tessuti Fortuny, la zona dell’antico birrificio, passeremo vicino agli studi cinematografici della Scalera film (una delle principali case cinematografiche italiane fino alla Seconda Guerra mondiale); passeremo tra calli tipiche e campielli vissuti, fino all’enorme area della Junghans, una delle più grandi ditte di orologi in Europa.

Una visita guidata alla Venezia minore che si rivelerà invece una scoperta continua e appassionante, proprio perché del tutto inaspettata.

 

Cosa vedremo:

  • Il sestiere di Santa Croce
  • La chiesa di San Nicolò dei Mendicoli (offerta libera)
  • L’isola della Giudecca
  • Il molino Stucky
  • La chiesa del Redentore (biglietto d’ingresso)
  • Il giardino segreto del Redentore (previo consenso dei frati, offerta libera)

 Durata: variabile, da 2 a 5 ore, a seconda dell’area che si vuole visitare.

Per avere più informazioni su questo itinerario mandami una mail 👇

Enter your full name

Enter a valid email

the topic of your message

Enter a brief message

Galleria fotografica